Home Page

Indice


Borsa di Studio "GALAXIA"

Festa della Bufala

Il Prosciutto di Bufala

Vetrina Internazionale


Ricerca Teatrale

La Lupa

L'alba di un sogno

Le Città Visibili

CRAVATTARI

Disturbi di Memoria


Pubblicazione Editoriale

Le Vie del Latte

Corsi di Aggiornamento

Rassegna d'Arte Contemporanea

IL RUOLO DELLA GIURISPRUDENZA PER L'EFFETTIVITA' DEL DIRITTO AMBIENTALE

EPIFANIE DELL' ESSERE

MILK VALLEY

 

Progetti


RICERCA TEATRALE

La conoscenza del processo storico che ha condotto all'unità, quale collante per rinsaldare l'idea di patria, per essere convinti cittadini europei. Presenza dell'imprenditoria nel Teatro.



Lunedì 25 Marzo 2002 - Teatro GAROFALO di Battipaglia alle ore 20.30

GALAXIA - via lattea presenta La Compagnia Teatrale

" IL CERCHIOQUADRATO "
in

L' ALBA DI UN SOGNO
Vita e passione di Carlo Pisacane

drammaturgia di GENNARO COLANGELO
ricostruita su documenti dell'epoca
CON
Alberto Franco
Monica Di Biase
Alfonso Rubini
Nunzio Zuzio
Sonia Capezzoli
Omero Piccirillo

Musiche di Giuseppe Verdi
a cura di LUCA GAETA

scenografia
 regia
Rolando Quaranta
GENNARO COLANGELO

La storia

4 ottobre 1839: Enrichetta Di Lorenzo ritorna dalla manifestazione celebrativa voluta dai sovrani borbonici per l'inaugurazione della ferrovia Napoli - Portici. Il Regno delle Due Sicilie attraversa un periodo di operosità che si manifesta con una intensa politica di opere pubbliche che annunciano un 'epoca di sviluppo e progresso. Tuttavia fra gli stessi esponenti della classe dirigente borbonica serpeggiano sentimenti liberaleggianti che mal sopportano la personalità e il governo del Re.
Perfino taluni ufficiali sembrano avvicinarsi alla visione unitaria propugnata da alcuni spiriti di elevata moralità attivi soprattutto nel nord della penisola come Giuseppe Mazzini. Fra essi Carlo Pisacane.
Uscito dalla celebre NUNZIATELLA, infiammato da letture vaste ma disordinate, autore di poesie sentite ma retoriche, amante delle belle donne e della vita mondana, comincia a entrare in contatto con gli ambienti politici che auspicano l'unificazione fra i vari staterelli italiani.
Dopo un ingenuo corteggiamento giovanile ha visto Enrichetta andare sposa a suo cugino Dionisio Lazzeri, uomo molto ricco e commerciante di bestiame, ma volgare e ignorante che ha reso infelice la giovane nonostante tre figli e una vita di benessere.
L'incontro fra Carlo ed Enrichetta all'inaugurazione della Napoli - Portici risveglia i sopiti ardori e conduce i due giovani a un definitivo e fatale innamoramento: organizzano una rocambolesca fuga che li condurrà attraverso varie e faticose tappe fino a Londra. Là Pisacane ha modo di studiare i testi di Malthus e di Owen diffusi nel movimento operaio inglese e matura una coscienza rivoluzionaria che caratterizzerà i suoi ultimi anni ponendolo in forte contrasto con i teorici risorgimentali favorevoli a un processo di graduali riforme liberali.
Tornati in Italia dopo aver attraversato gravi difficoltà soffrendo perfino la fame e la miseria, con scarsi aiuti da parte dei fuoriusciti liberali, Carlo ed Enrichetta ricevono qualche sostegno da Mazzini. Il pensatore genovese apprezza le qualità umane e militari di Pisacane ma, essendo un moderato, ne respinge fortemente l'irruenza caratteriale e l'estremismo rivoluzionario di radice marxista. Tuttavia lo inserisce fra i capi militari della Repubblica Romana.
Il fallimento della operazione, con il ritorno del Papa a Roma grazie alle armi francesi e all'astuzia del generale Oudinot, fa esplodere le contraddizioni in seno ai leaders della lotta risorgimentale e produce il distacco di Giuseppe Garibaldi dagli altri ideologi: l'eroe dei due mondi si dedicherà a tessere le relazioni con il governo sabaudo in vista del suo grande progetto di liberazione del sud partendo dalla Sicilia.
Pisacane invece si convince che a Napoli le cellule anti-borboniche sosterrebbero con uomini e mezzi una rivolta nel Regno delle Due Sicilie, nonostante i liberali meridionali risultino ancora poco influenti rispetto al clero filo-borbonico.
Nonostante il parere avverso di Enrichetta, dalla quale nel frattempo ha avuto la figlia Silvia, parte per un'impresa disperate che dopo aver fatto tappa a Ponza per liberare i detenuti politici del locale penitenziario lo condurrà a morire ne Cilento con il fallito sbarco del 1857.

 

Home Page Galaxiavialattea.it