Home Page

Indice Rassegna Stampa

 

denaro.it - Febbraio 2003


PRESENTATE A SALERNO LE INIZIATIVE PROMOSSE DA GALAXIA

Studi, ricerche e tesi di laurea per sviluppare la filiera bufalina Quattordici borse di studio per promuovere lo sviluppo e la conoscenza del settore bufalino regionale. Questa l'iniziativa presentata ieri pomeriggio presso la Provincia di Salerno dall'associazione "Galaxia". Oltre agli alunni delle quinte elementari e quelli delle scuole medie del salernitano, il progetto del sodalizio presieduto da Nicola Pietrafesa coinvolge anche gli studenti dell'ateneo di Fisciano. Grazie alla collaborazione di Paolo Apolito, docente di Antropologia culturale presso l'Università di Salerno, è stata bandita un contributo per una tesi di laurea sul comparto.

di Maristella Di Martino.

L'alta formazione e comparto bufalino, questo il connubio promosso dall'Associazione Galaxia-Via lattea. Che quest'anno, oltre a promuovere a terza edizione del concorso scolastico (nei primi due anni sono stati circa 12mila allievi tra scuole elementari e medie della provincia), estende il suo interessa anche al mondo accademico.
Tra i Comuni che aderiscono all'iniziativa, Salerno, Battipaglia, Bellizzi, Acerno e Pontecagnano, insieme ad un'amministrazione muncipale di Napoli. "L'obiettivo che ci proponiamo di raggiungere - spiega il responsabile delle attività culturali, Gennaro Colangelo - è quello di coinvolgere anche i laureandi campani presso la cattedra di Antropologia dell'università di Salerno con uno studio comparativo tra territorio e presenza della bufala e delle attività ad essa legate. Mettiamo in palio 1500 euro che daremo a chi lavorerà ad una tesi sul settore e speriamo che l'anno prossimo coinvolgeremo anche l'ateneo di Roma 3".
Quanto alle borse di studio per alunni delle medie ed elementari, invece, ne sono tredici, di cui sette primi premi (516 euro), tre secondi premi (300 euro) e tre da 250 euro. Gli alunni faranno visita a dieci aziende di produzione della mozzarella e poi scriveranno temi o creeranno quadri con l'aiuto degli insegnanti. Ad essere premiati, il 6 maggio presso il cinema Garofano di Battipaglia, saranno quelli più meritevoli. "Il settore a livello regionale, del resto, è molto trainante - precisa Nicola Pietrafesa, presidente dell'Associazione - ma c'è bisogno di chiarezza perché con tutti gli scandali che si sono verificati ultimamente si rischia di penalizzare anche i produttori seri. E questa ci sembra una vetrina valida sia per raggiungere questo scopo che per avvicinare i giovani al mondo agricolo".
Dati alla mano, infatti, nel 2001 in Campania operavano 1500 aziende di allevamento e 7mila erano gli addetti nel comparto, mentre esistevano 400 imprese di trasformazione. Queste cifre, al momento, hanno subito un incremento del 5 per cento. Quanto al numero dei capi bufalini presenti sul territorio, in provincia di Caserta se ne contano 120milioni e nel salernitano 40milioni contro i 35 milioni distribuiti tra il comprensorio di Latina e quello di Frosinone.
La produzione di mozzarella di bufala campana, poi, nel 1999 si attestava a oltre 17 milioni di chilogrammi e l'anno successivo a più di 18. Vale a dire, in altri termine, che l'incremento annuo è stimabile attorno al 5,7 per cento. Rispetto alle are geografiche, invece, a Caserta si producono 10milioni di chilogrammi, a Salerno più di 4 e nel Lazio 3miloni e 600mila chili. Nel 2001 la produzione ha registrato un tasso di crescita del 47,7% rispetto all'anno precedente ottenendo un fatturato che nel 2000 ammontava a 206mila di euro e l'anno seguente a 258. Tra le altre iniziative miranti a sviluppare un intenso rapporto con il territorio a tutelare la (filiera Bufalina, inoltre, la pubblicazione della raccolta di poesie "Epifanie dell'Essere-Nuovi Poeti Italiani" e lo spettacolo teatrale "Cravattari" di Fortunato Calvino che sarà messo in scena il prossimo 24 Febbraio al Teatro Bertoni di Battipaglia.

Home Page Galaxiavialattea.it